Plan S è un' iniziativa di cOAlition S, il consorzio formato da 20 organizzazioni di finanziamento della ricerca, con il sostegno della Commissione europea e del Consiglio Europeo della Ricerca (CER).

cOAlition S è stato lanciato il 4 settembre 2018 con lo scopo di accelerare il processo di transizione verso l'accesso aperto completo e immediato alle pubblicazioni di ricerca. Attualmente, cOAlition S comprende 16 organizzazioni nazionali di finanziamento della ricerca e 4 fondazioni. I paesi che hanno accettato di attuare i 10 principi del piano S in modo coordinato, insieme alla Commissione europea e al CER, sono 13. Ad oggi, l’Italia è rappresentata dall’INFN - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

L'iniziativa è focalizzata su Plan S, un insieme di 10 principi che ruotano attorno al seguente obiettivo:

"A partire dal 2021 le pubblicazioni scientifiche finanziate con fondi pubblici dovranno essere pubblicate in riviste ad accesso aperto conformi o su piattaforme ad accesso aperto conformi".

In estrema sintesi, i 10 principi di Plan S affrontano i seguenti punti:

  • gli autori sono chiamati a conservare il copyright sulle loro pubblicazioni, cedendo alcuni diritti mediante licenze Creative Commons;
  • al termine di una finestra temporale ben definita, gli enti finanziatori non daranno più supporto al modello delle riviste ibride, ovvero le riviste tradizionali per le quali le istituzioni pagano gli abbonamenti;
  • viene stabilito un tetto alle spese di pubblicazione (APC, Article Processing Charge) richieste sulle riviste Open Access;
  • dove possibile, saranno gli enti finanziatori a pagare le APC per la pubblicazione su riviste Open Access

La pubblicazione di Plan S, sostanzialmente rivolta al mondo dell'editoria, ha suscitato diverse discussioni anche tra gli scienziati, a favore e contro la proposta.

Le linee guida sull'attuazione del piano S sono state rese pubbliche il 27 novembre e sono rimaste aperte al pubblico fino al giorno 8 febbraio 2019.

L'iniziativa continua a suscitare numerose reazioni da parte della comunità scientifica internazionale.

Una sintesi degli interventi, all'interno di un dibattito ancora molto aperto, è disponibile qui.

 


Developed by Joomla3.x from www.Joomla.com